Acquerello steineriano per bambini

Le tecniche di base dell’acquerello aprono al bambino un mondo di immaginazione e fantasia, che segue di pari passo le fasi della sua crescita .L’acquerello-acqua sono gli elementi con cui il bambino può esprimere il suo personale e ancora sognante sentimento del mondo.

Durante questi laboratori si affrontano diversi argomenti, riguardanti le materie che il bambino sta studiando a scuola o la realtà che lo circonda, il paese e le sue storie.

Si imparano a conoscere la natura e i suoi cicli, il rispetto per l’ambiente e il riutilizzo dei materiali. Si affrontano tematiche che i bambini possono incontrare nel loro mondo di tutti i giorni.
La pittura ad acquerello diventa un mezzo non finalizzato alla produzione del semplice dipinto ma un mezzo espressivo per misurarsi con il mondo, comprenderlo e viverlo attraverso i colori e l’espressione artistica senza la paura di un giudizio valutativo finale.

Gli esercizi pittorici sono tutti esercizi guidati quindi semplici per percorso ed utilizzo del colore.

OBIETTIVI DEI LABORATORI
  • Sviluppo della creatività mediante l’utilizzo di tutti i sensi
  • Sviluppo dell’interesse \amore per il mondo
  • Sviluppo del senso del bello
  • Sviluppo della sensibilità al colore
  • Sviluppo e maturazione delle capacità percettive
  • Sviluppo del senso di autostima
  • Sviluppo del senso della forma
  • Comprensione del mondo circostante
  • Sviluppo delle capacità di lavorare in gruppo

Attraverso l’acquerello e l’arte sosteniamo lo sviluppo nel bambino di tutte quelle forze che si presentano solo in germe alla sua nascita e come la pianta ha bisogno di tempo e di nutrimento affinché si sviluppino foglie, fiori e frutti, così attraverso i colori e l’arte lo stimoliamo a sviluppare forze autonome di crescita. Con i laboratori di pittura, i bambini sono invogliati ad incontrare i colori in un modo tutto nuovo. Ogni colore esprime un’emozione diversa, e ci guida in un mondo speciale; comunicando liberamente il proprio temperamento e la propria fantasia..

Per sperimentare i colori non si imita il mondo esterno ma si parte dal colore stesso con esercizi cromatici; si creano nuovi colori facendo incontrare i colori tra loro. Si crea un mondo immaginativo usando la ripetizione di filastrocche e si ripercorre l’esperienza della natura facendo nascere l’erba dall’incontro del sole con la terra sperimentando le diverse atmosfere in riferimento al trascorrere delle stagioni. Useremo colori di origine naturale per la loro capacità di intonarsi tra loro in modo armonico. Ogni colore infatti contiene gli altri in finissime diluizioni e l’occhio viene nutrito diversamente dai colori shock sintetici.

Il progetto di acquerello prevede percorsi differenziati in base all’età dei bambini seguendo la loro evoluzione:
PRIME E SECONDE CLASSI
L’esperienza di pittura parte da percorsi di conoscenza del colore attraverso gli esercizi degli ACQUERELLI E DELLE FILASTROCCHE. Lavoreremo con i colori primari che si incontrano facendo nascere nuovi colori; tutto accompagnato da storie e filastrocche che fanno percepire ai bambini le qualità dei singoli colori. Si utilizza il ritmo delle filastrocche per fare acquisire al bambino ciò che non è ancora in grado di fissare alla memoria in maniera astratta. I colori si incontrano e storie fantastiche accompagnano la nascita di nuovi colori.I colori arrivano sui tavoli seguendo l’evoluzione del racconto che prosegue ad ogni apparizione di nuovo colore. Si usa il foglio bagnato per conservare un’atmosfera sognante ed addolcita dall’acqua. Nasce cosi la danza di Giallo luce con Mastro Pennello e Mastro Foglio, una danza che accoglie sempre nuovi amici: Rosso Brucio quando c’è freddo e Blu Notte quando gli amici sono stanchi e vogliono andare a riposare.
TERZe CLASSi

Si può lavorare creando delle immagini ispirate alle fiabe e ai racconti attraverso degli esercizi guidati che aiutano il bambino a seguire dei percorsi per la creazione del bruco o della farfalla o di un raggio di sole andando a riprodurre i percorsi fatti dalla natura durante la creazione.

LA FIABA diventa nutrimento per l’anima e permette all’ adulto di parlare con il bambino attraverso le immagini comunicando direttamente con il loro mondo interiore. Lo scopo è quello di aiutare il bambino a generare le sue immagini interiori.

quarte classi

Si fanno percorsi pittorici per conoscere la geografia attraverso racconti.

In questo modo si approfondisce il rapporto del ragazzo e lo spazio e il suo interesse per il mondo.

Ed ancora l’influsso esercitato sull’uomo dal paesaggio.

In tutte le classi si vive l’esperienza del percorso che fa la natura quando cresce un fiore o un albero. Il giallo del sole che scalda la terra e permette al seme di uscire, il blu della terra che incontra il giallo del sole e fa nascere il verde.

Si vive il ciclo delle stagioni attraverso gli alberi che cambiavano di forma e colore in base al momento dell’anno.

QUINTE CLASSI

Si fa l’esperienza pittorica della botanica e della zoologia vedendo nascere magicamente dalle atmosfere di colore le pratoline in mezzo ai ciuffi d’erba, il soffione dal fondo blu del cielo…

La zoologia stimola l’attività interiore e la conoscenza delle differenze e affinità tra uomo e animale.

La mucca emerge dal prato a forma di sasso e la seppia emerge dalle onde del mare .

Con le esse rovesciate con il colore rosso si dipinge il fondo per scoprire poi un gruppo di cavalli in corsa..

Un progetto molto adatto alle quarte e alle quinte è la Genesi per rivivere attraverso il colore la nascita dell’uomo. Si ripercorrono i sette giorni della Creazione: si parte dal caos per poi vedere apparire la luce, usando il colore giallo , e le piante facendo incontrare il giallo con il blu.

Con il blu si dipingono la nascita delle stelle e degli uccelli per poi scoprire animali e alberi il sesto giorno.

E per celebrare il completamento della grande Opera della creazione si dipinge o un bellissimo arcobaleno.

Carrello
  • No products in the cart.