Laboratori
per la terza età

In ognuno di noi c’è il desiderio di condividere il proprio mondo immaginativo ed interiore, di esprimere i propri talenti, la propria individualità e capacità espressive. 

Gli effetti di salutogenesi dell’attività artistica sono utili anche per chi sta bene, aiutano ad alleviare lo stress ed aumentare l’appagamento spirituale ed emozionale. La tecnica artistica ha infatti un effetto profondo e diretto sull’anima. Questo può portare gradualmente a migliorare la vitalità della persona e il benessere fisico ed emotivo. Persone con problemi di ansia traggono notevoli benefici dal lavoro di modellaggio o di scultura.

Lavorare con le mani, con la forma e lo spazio aiuta a trovare un senso di equilibrio e di ordine: è come se modellando un pezzo di argilla potessimo imparare a trovare il nostro centro. Facendo invece un’esperienza di colore aiutiamo ad entrare in contatto con i nostri sentimenti a sciogliere e lasciarsi andare.

L’artiterapia offre l’opportunità del fare, del rimanere attivi e sentirsi vivi con la consapevolezza di avere delle competenze, di esistere come attore principale della propria vita, anche se essa si sviluppa in una ambiente non familiare.
L’atto del creare in artiterapia è un gesto espressivo che comunica ciò che la persona ha dentro attraverso il colore le atmosfere cromatiche ma anche le forme ed i volumi nel caso del modellaggio.
Per un utente anziano essere in grado di realizzare un oggetto è fonte di grande soddisfazione personale, una fonte per rafforzare l’autostima, e dimostrare che si hanno ancora delle cose da dire.
L’artiterapia permette di comunicare in maniera silenziosa ma fortemente espressiva oltre a rasserenare gli animi ed ad avere delle qualità che vivificano e rafforzano il pensiero.

Attraverso la pittura ed il modellaggio si esprime il proprio mondo interiore, con un gesto artistico ed armonico che dona nuova energia e fa vivere immersi nei colori.

L’ artiterapia viene incontro all’utente anziano permettendogli:
– la possibilità di raccontare e raccontarsi;
– la riappropriazione del Sé;
– l’attivazione della creatività;
– la possibilità di cambiamento e di una nuova consapevolezza
delle proprie capacità;
– il miglioramento delle relazioni.
L’opera creata dall’anziano è una finestra su se stesso che gli consente di essere considerato da un altro punto di vista, come individuo a sé con ancora qualcosa da dare e da dire, non solo persona da accudire. La vera sfida nel lavoro con gli anziani è quella di ridare un nuovo significato alla vita attraverso il gesto artistico. L’artiterapia è in tal senso un ottimo strumento per migliorare la qualità della vita.

Carrello
  • No products in the cart.